Commento al vangelo di sabato 24 Settembre 2022

Commento al vangelo del giorno sabato 24 Settembre 2022. Meditazione del Vangelo secondo Luca 9,43b-45 con un commento di spiegazione di Papa Francesco.

Commento al vangelo del giorno sabato 24 Settembre 2022 con meditazione di Papa Francesco.

Il passo del Vangelo di oggi è tratto dal Vangelo di Luca ed è il brano Lc 9,43b-45.

Commento al vangelo del giorno: spiegazione di Papa Francesco

Qui di seguito si può leggere un commento di Papa Francesco al Vangelo di oggi 24 Settembre 2022.





Forse noi pensiamo, ognuno di noi può pensare: "E a me, a me cosa accadrà? Come sarà la mia Croce?". Non sappiamo. Non sappiamo, ma ci sarà! Dobbiamo chiedere la grazia di non fuggire dalla Croce quando verrà: con paura, eh! Quello è vero! Quello ci fa paura. Ma la sequela di Gesù finisce là. Mi vengono in mente le ultime parole che Gesù ha detto a Pietro, in quella incoronazione pontificia nel Tiberiade: "Mi ami? Pasci! Mi ami? Pasci!"… Ma le ultime parole erano quelle: "Ti porteranno dove tu non vuoi andare!". La promessa della Croce.

(Omelia da Santa Marta)

Signore, ti prego col cuore

Il vangelo del giorno: Luca 9,43b-45

Dal Vangelo secondo Luca: Lc 9,43b-45

Il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato. Avevano timore di interrogarlo su questo argomento.

In quel giorno, mentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, Gesù disse ai suoi discepoli: «Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini».

Commento al vangelo del giorno sabato 24 Settembre 2022
Commento al vangelo del giorno sabato 24 Settembre 2022

Essi però non capivano queste parole: restavano per loro così misteriose che non ne coglievano il senso, e avevano timore di interrogarlo su questo argomento.

Parola del Signore